Published On: Sun, Aug 18th, 2013

Opening a Restaurant in Italy

Mario Matassa tells us about his hectic few weeks opening his very own restaurant, and how he decided to embark on this rather ambitious project at the same time as moving house with his family?

Stress

Si dice che un trasloco ? una delle cose pi? stressanti della vita. Ho la tendenza a rendere la vita difficile per me stesso. Ho deciso di cambiare casa, comprare un business e aprire un ristorante tutto allo stesso tempo. Se c?? bisogno di altro da aggiungere alla lista, ho scelto di eseguire la cucina me stesso e, ovviamente, per non parlare del piccolo matrimonio che ? prenotato per giorno di apertura.

E ?stato un paio di settimane frenetiche per me. Diversi mesi fa ho deciso di fare il grande passo e mettere i miei soldi dove ? la bocca. Ho scritto di cibo italiano per oltre cinque anni e ho deciso di fare il passo successivo e comprare un ristorante. In Italia hanno un detto: prima la pratica, poi lagrammatica. Si potrebbe dire che ho fatto le cose in ordine inverso, ma il risultato ? lo stesso.

Quando ho detto agli amici che stavo andando nella ristorazione il consenso era tenerlo piccolo e mantenere le cose semplici. Inizia con qualcosa di gestibile. Il mio barista, Gigi, ha suggerito un piccolo bistrot nel centro di Piacenza, con circa 40 coperti. Il mio amico elettricista mi ha portato a una pizzeria da asporto che era in vendita. Un altro amico mi ha indirizzato ad un bar in citt? che serve un menu limitato a pranzo. Li ho visti tutti, le ho considerato e quindi ho deciso di acquistare quello che potrebbe essere meglio descritta come una stalla che pu? ospitare 300 persone.

Si tratta di una vecchia pizzeria trattoria che ? stato un po trascurato negli ultimi anni. Il luogo ? stato eseguito in un modo o nell?altro per quasi un centinaio di anni. La prima volta che avevo mangiato li era circa cinque anni fa con mia moglie Elena e ho sempre tornanto da allora. Stranamente, mi ricordo distintamente al momento dicendo che se il posto andava mai in vendita, io lo comprerei. Alcuni mesi fa ho chiesto al proprietario se consideva vendire e lui ha detto ?s??. Quindi, eccomi qui.

Ora sono in cucina con una grande festa di matrimonio in arrivo. Ho un menu di sette portate a servire seguito da la torta nuziale. Se pensate che un trasloco ? uno stress, pensaci ancora!

Stress

They say that moving house is one of the most stressful things in life. I have a tendency to make life difficult for myself. I decided to move house, buy a business and open a restaurant all at the same time. If there need be anything else to add to the list, I?ve opted to run the kitchen myself and, of course, that?s not to mention the small wedding booked for opening day.

It?s been a hectic few weeks for me. Several months back I decided to take the plunge and put my money where my mouth is. I?ve been writing about Italian food for over five years now and I decided to take the next step and buy a restaurant. In Italy they have a saying: first the practical, then the grammatical. You could say that I went about things in reverse order, but the result is the same.

When I mentioned to friends that I was going into the restaurant business the consensus was keep it small and keep it simple. Start with something manageable. My local barman, Gigi, suggested a small bistro in the centre of Piacenza with about 40 covers. My electrician friend took me to a takeaway pizzeria that was up for sale. Another friend directed me to a bar in town that serves a limited menu at lunch. I saw them all, considered and then decided to buy what could best be described as a barn that seats 300 people.

It?s an old pizzeria trattoria that?s been somewhat neglected in the past years. The place has been running in some form or other for almost 100 years. I first ate there five years ago with my wife Elena and I?ve been returning ever since. Oddly enough, I remember distinctly at the time saying that if the place ever went for sale, I would buy it. A few months back I asked the owner if he?d consider selling and he said yes. So, here I am.

Now I?m standing in the kitchen with a large wedding party due any moment. I have a seven course menu to serve followed by cake. If you think moving house is a stress, think again!

The Author

Mario Matassa is a freelance journalist and photographer. He lives and works near Parma in Emilia-Romagna. Read more from Mario at www.mariomatassa.blogspot.co.uk

Tags: ,